Frittelle di riso

Se c’è una cosa che non mi faccio mai mancare per Carnevale sono i tradizionali dolcetti fritti: cenci (dalle mie parti li chiamiamo così, sono conosciuti anche come chiacchiere o frappe) e frittelle di riso.
Questa è solo una delle mille ricette possibili, ma è quella che preparo ogni anno e generalmente accontenta tutti! E’ facile da preparare, basta utilizzare il tipo di riso giusto, ovvero quello originario, da minestre, e far riposare il composto prima di passare alla frittura. Io solitamente preparo l’impasto il giorno prima e lo conservo in frigo: il giorno successivo basterà un tuffo nell’olio bollente ed ecco servite delle frittelline gustose e dolci al punto giusto!

frittelle di riso

(altro…)

Gratin di sedano rapa, porri e patate

Qui il freddo è finalmente arrivato, le temperature scendono sotto lo zero e la voglia di piatti caldi e confortanti aumenta!
Non amo affatto l’inverno, ma cerco di consolarmi al meglio, almeno in cucina! Quindi l’altra sera ho pensato di preparare un piatto unico goloso ma non troppo pesante, a base di verdure, da mettere in tavola bello fumante appena uscito dal forno, accompagnato da un buon bicchiere di vino.
Per variare un po’ ho deciso di utilizzare un ingrediente che non avevo mai usato prima: il sedano rapa. Nella mia ignoranza avevo sempre creduto che si trattasse di un ortaggio importato dall’estero: ho scoperto invece che viene prodotto principalmente nel nord-Italia ed è conosciuto anche come sedano di Verona.

Gratin di sedano rapa porri e patate

 Il sedano rapa contiene poche calorie, molte fibre e vitamine ed ha proprietà diuretiche essendo composto principalmente di acqua. Insomma è un alimento da non sottovalutare, e, almeno per quanto mi riguarda, tutto da scoprire – ne avevo comprati due, uno è finito nello sformato, l’altro voglio provarlo lesso oppure in umido.

(altro…)

Spelt beer’n chocolate cake

Per spiegarvi come è nata questa torta devo fare una premessa: negli ultimi mesi il mio ragazzo e un gruppo di amici hanno messo su un piccolo birrificio artigianale. Io di birra ne so poco o niente, ma, come accade in cucina, resto sempre affascinata dalla trasformazione di una materia prima in un prodotto finito. Malti, grani, acqua, zucchero che si trasformano in un bel bicchiere di birra ambrata sono confortanti quanto la certezza che uova, farina, burro e zucchero possano diventare una torta soffice e golosa.
Unendo le due cose, mi sono messa all’opera per trovare una ricetta che prevedesse l’utilizzo della birra in una torta e volendo andare sul sicuro mi sono affidata a Sigrid e al suo Cavoletto.
 
torta alla birra e cioccolato
 
 
torta alla birra e cioccolato
 
 
Rispetto alla ricetta originale ho sostituito la guinness con una birra al farro a kilometro zero (o meglio tre, tanto dista il birrificio da casa mia!) e ho aromatizzato il frosting con un cucchiaio di vin santo, che ha dato un tono più nostrano al dolce e rafforzato il retrogusto alcolico nel suo insieme.
 
La torta che vedete in foto l’ho preparata per i miei mastri birrai e ce la siamo divorata tutta in una pausa tra le varie fasi della birrificazione. Credo che il suo successo sia dovuto in buona parte al fatto che è una torta dal gusto maschile, dal temperamento forte e dalla consistenza sostanziosa. 
 
La pasta è nerissima, profuma di terra e di grano, e la glassa bianca, dolce ma con un tocco pungente dato dal vin santo. 
Se la preparerete, vi godrete in casa un ottimo odore: l’incrocio tra quello del pane appena sfornato (per via dei lieviti presenti nella birra, credo) e quello di una torta al cioccolato (perché qui di cacao ce n’è, e in dosi massicce).
Ah, ed è anche facile e veloce da fare! Che dite, vi ho convinto?
 
 
 
 
 
 
 
 

Challah con noci e albicocche – Re-Cake #10

Anno nuovo, nuova re-cake! Per chi non lo conoscesse, re-cake è un progetto che unisce molte amanti della cucina, siano esse blogger o meno: ogni mese le admin propongono una ricetta che si può personalizzare (senza stravolgerla troppo!), ispirata alla tradizione italiana oppure importata da un paese straniero, e a fine mese viene premiata la versione più originale e meglio riuscita.
 
challah pane ebraico

 

La prima ricetta re-cake del 2016 è di origine ebraica: si tratta del challah, un pane che viene solitamente servito in occasione dello shabbat. Solitamente il challah è a forma di treccia, ma può essere modellato in vari modi, e lo si può preparare sia in versione dolce che salata.

(altro…)

Raviole con farina di riso e marmellata di more

biscotti, colazione, frolla | 11 gennaio 2016 | By

Eccomi di nuovo qui, dopo una lunga assenza dovuta alle vacanze di Natale in cui sono stata poco al pc, ma in compenso ho cucinato tanto, e soprattutto con calma, cosa non facile da fare durante il resto dell’anno!
Il pomeriggio del primo gennaio ero in casa, con poca voglia di uscire, ancora mezza addormentata dopo aver tirato tardi a letto per compensare le ore piccole fatte la sera prima, e ho deciso di approfittarne per preparare dei biscotti delicati, con un ripieno fresco di marmellata, adatti ad iniziare l’anno in modo goloso ma non troppo pesante.
Ho dato un’occhiata alla dispensa e il primo ingrediente che ho scelto è stata la farina di riso: profumata, fine, bianchissima.
In frigo poi ho trovato la sua degna compagna: una marmellata di more che con il suo sapore intenso e il suo colore deciso ha reso questi biscottini degni della prima infornata del 2016!
 
 
raviole con farina di riso e marmellata di more
 

(altro…)

CONSIGLIA Torta di mais