Pastiera al cucchaio

pastiera al cucchiaio

dessert, festività, semifreddo | 10 aprile 2017 | By

La pastiera napoletana è il dolce di Pasqua per eccellenza: il grano cotto, la ricotta e il profumo di fiori d’arancia ricordano subito la primavera e le festività pasquali… ma per quanto sia un classico intramontabile, come fine pasto per il pranzo di Pasqua quest’anno avevo voglia di qualcosa di più fresco, di una torta dalla consistenza più morbida e cremosa.  Quindi ho cercato di riproporre i sapori tipici della pastiera in un dolce al cucchiaio, prendendo spunto da uno dei miei dolci preferiti – sempre di origine partenopea! – la torta ricotta e pere di Sal de Riso. In pratica ho preparato due dischi di pan di spagna alle mandorle e una farcitura ricca a base di crema di grano, ricotta e panna montata, senza ovviamente dimenticare di aromatizzare il tutto con il profumo dei fiori d’arancia e le scorzette di arancia candite. La torta di prova che vedete nelle foto è stata approvata a pieni voti e quindi sarà il dessert ufficiale di questa Pasqua! Se anche voi avete voglia di sperimentare un nuovo dolce pasquale – senza però rinunciare del tutto alla tradizione – vi basterà seguire la ricetta qui sotto 😉

pastiera al cucchiaio

Print Recipe
Pastiera al cucchiaio
pastiera al cucchiaio
Porzioni
10/12
Ingredienti
Per i dischi di pan di spagna alle mandorle
Per la farcia
Per la bagna
Porzioni
10/12
Ingredienti
Per i dischi di pan di spagna alle mandorle
Per la farcia
Per la bagna
pastiera al cucchiaio
Istruzioni
  1. Prima di tutto mettete in ammollo in acqua fredda la colla di pesce e preriscaldate il forno a 180°.
  2. Per i dischi di pan di spagna alle mandorle montate le uova con lo zucchero - utilizzando le fruste elettriche o le fruste a filo della planetaria - per circa un quarto d’ora in modo da ottenere un composto sodo, gonfio e chiaro. Nel frattempo tritate le mandorle fino a ridurle in farina e fate fondere il burro. Spennellate di burro e infarinate due teglie a cerniera di diametro 20 cm. Aggiungete alla montata di uova e zucchero la farina 00, la farina di mandorle e il burro fuso fatto intiepidire, procedendo delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Versate l’impasto nelle due teglie i e cuocete a 180° per 15’, poi ritirate e lasciate raffreddare.
  3. Per la farcia, fate cuocere in un pentolino antiaderente il grano con il latte per circa 15’, mescolando spesso. Nel frattempo montate la panna ben ferma. A fine cottura aggiungete al grano l’aroma di fiori d’arancia e qualche goccia di estratto naturale di vaniglia, lasciate intiepidire leggermente e unite la colla di pesce ben strizzata. Aggiungete anche lo zucchero, poi la ricotta e infine la panna precedentemente montata e le scorzette di arancia candite.
  4. Per la bagna, fate bollire acqua e zucchero finché quest’ultimo non si sarà completamente disciolto. Poi unite due cucchiai di aroma di fiori d’arancia.
  5. Disponete un disco di pan di spagna sul piatto di portata e irroratelo con la bagna. Mettete intorno al disco la cerniera della teglia, chiudetela e versate la crema di ricotta e grano. Chiudete con l’altro disco di pan di spagna e bagnate bene anche quello. Fate riposare in congelatore per un paio d’ore, poi trasferite in frigo e cospargete la torta di zucchero a velo poco prima di portarla in tavola.

Comments

  1. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    10 aprile 2017

    Il tuo dolce è bello e sembra molto goloso, in effetti ricorda la torta ricotta e pere di De Riso, per me un mito. Nonostante tutto non mi conquisti perchè non amo il grano cotto e di conseguenza la pastiera non rientra tra i dolci che amo. Però un saluto te lo voglio lasciare lo stesso e un abbraccio pure! Buona settimana Tizi

    • Leave a Reply

      tizi
      28 aprile 2017

      grazie di esser passata terry! il bello dei commenti è prima di tutto la sincerità, poi sui gusti non si discute! un abbraccio:)

  2. Leave a Reply

    Vale
    11 aprile 2017

    una rivisitazione che mi ispira davvero molto, nonostante sia molto legata alla tradizione! Brava, buona Pasqua!

  3. Leave a Reply

    Serena
    13 aprile 2017

    un misto fra pastiera e la torta di ricotta e pere di Sal di Riso deve essere qualcosa di spettacolare, brava Tizi

  4. Leave a Reply

    ConUnPocoDiZucchero Elena
    13 aprile 2017

    oh eccomi finalmente a leggerti, come promesso.
    Non potevo perdermela la tua pastiera al cucchiaio! proprio no! E’ troppo nei miei gusti!
    Io di solito non amo il panm di spagna, lo ammetto, ma appena ho letto “alle mandorle” mi sono illuminata! Mandorle + ricotta è un mix speciale per me, un po’ come un BidibiBodibiBu che fa magie!
    E infatti tu la magia l’hai fatta: hai creato un dolce sensazionale, fresco, che sa stupire senza lasciare spazio a critiche da parte dei tradizionalisti più puri! Bravissima! davvero!! Ti auguro una buonissima Pasqua carissima mia Tizi! E tante buone, golose colazioni a te! Smack!

    • Leave a Reply

      tizi
      28 aprile 2017

      troppo buona cara, come sempre! sono contenta di questa sintonia comunque… un abbraccio grande!

  5. Leave a Reply

    Francesca
    15 aprile 2017

    Approvatissima!!! Senza niente togliere all’originale, ma per fine pasto questa versione mi sembra decisamente più indicata! Buona Pasqua 😘

    • Leave a Reply

      tizi
      28 aprile 2017

      infatti è proprio per il fine pasto che l’ho voluta rivisitare così… son felice che la mia idea ti sia piaciuta! grazie della visita fra!

  6. Leave a Reply

    Elena Gnani
    15 aprile 2017

    Sai che hai avuto proprio una bella idea? in effetti deve essere molto più leggera al palato rispeetto alla classica pastiera. La farcia sembra così soffice e morbida. Proprio una bella idea. Tantissimi auguri di Buona Pasqua

    • Leave a Reply

      tizi
      28 aprile 2017

      grazie cara! in effetti è un’alternativa più fresca di quella tradizionale. un abbraccio!

  7. Leave a Reply

    Mila
    28 aprile 2017

    Ma davvero moooolto interessante questa tua rivisitazione ed effettivamente ha l’aspetto molto più fresco e direi giovanile!!!!!
    Un restiling riuscitissimo!!!
    Buon week end

  8. Leave a Reply

    zia consu
    4 maggio 2017

    Ciao Tizi, da quanto tempo non passavo e vedo che da un po’ non pubblichi….anche se fuori tempo massimo questa pastiera mi intriga moltissimo e farei l’assaggio anche a Ferragosto 😛
    Un abbraccio e a presto <3

    • Leave a Reply

      tizi
      5 maggio 2017

      grazie mille tesoro! a presto e buon fine settimana 🙂

  9. Leave a Reply

    Gaia sera
    10 maggio 2017

    E poi una di prefigge tanti traguardi a suon di “questo non lo mangio più che ha troppe calorie” e un po’ ci crede anche MA……… arriva sulla tua pagina e comincia a sentire la salivazione aumentare e capisce che nemmeno se mangiasse mille insalate riuscirebbe a saziare la voglia di zucchero che la tua stupenda torta le ha fatto venire 😟

    • Leave a Reply

      tizi
      10 maggio 2017

      ah ah! non volevo essere fonte di tentazione… purtroppo anch’io ogni tanto mi concedo qualche peccato di gola e in effetti quando lo faccio ci vado giù un po’ pesante 😉 grazie mille per esser passata cara! un bacione :)*

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Torta di mais