La torta più buona del mondo

Eccomi qua con il primo post dell’anno… e no, non è che improvvisamente sono stata colta da improbabili manie di grandezza! Questa torta si chiama proprio così: la torta più buona del mondo.
E’ stata la prima ricetta che ho voluto sperimentare del libro che mi sono auto-regolata lo scorso Natale, Dolci Hygge di Bronte Aurell. Anzi, per esser precisi la seconda, dato che ancora prima di acquistare il libro avevo provato le kanelbullar che Csaba aveva pubblicato sul suo blog, dopo averle a sua volta tratte da questo meraviglioso ricettario di dolci scandinavi. Le kanelbullar erano uscite perfette al primo colpo così ho deciso di farmi questo regalo e devo dire che solo sfogliandolo me ne sono letteralmente innamorata! Quindi preparatevi, sarà un 2018 molto hygge (speriamo!!) e sicuramente pieno di dolci danesi e norvegesi particolari, ricchi e golosi… proprio come questa torta. In effetti non è difficile capire il motivo per cui è stata battezzata così: in pratica si compone di una pasta burrosa preparata con farina, zucchero e soli tuorli,  un’abbondante farcitura di crema chantilly e una meringa che resta friabile sopra e acquista una consistenza gommosa al centro – ammetto che quando ho letto ‘gommosa’ sul libro ero scettica, ma fidatevi, è un aggettivo che rivaluterete un sacco dopo aver assaggiato questo dolce, è come se la meringa si sciogliesse facendo da collante tra la crema e la pasta, una vera meraviglia! Per finire lamelle di mandorle tostate che danno un tocco di croccantezza ed ecco fatto! Provatela e vi accorgerete che se non è proprio la torta più buona del mondo… beh, sicuramente ci va molto vicino 😉

Print Recipe
La torta più buona del mondo
Porzioni
8/10 porzioni
Ingredienti
Per la meringa
Per il pan di spagna al burro
Per farcire e decorare
Porzioni
8/10 porzioni
Ingredienti
Per la meringa
Per il pan di spagna al burro
Per farcire e decorare
Istruzioni
Per la meringa
  1. Iniziate a montare gli albumi, poi unite poco alla volta lo zucchero e infine aggiungete anche il bicarbonato. Montate per 5 minuti almeno, o finchè la meringa non diventa lucida e gonfia. Tenete da parte.
Per il pan di spagna al burro
  1. Montate il burro morbido con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e cremoso. Aggiungete la farina setacciata, il lievito e l'aroma di vaniglia e in ultimo il latte, amalgamando bene il tutto. Mettete il composto a cucchiaiate in due tortiere di 20 cm precedentemente imburrate e ricoperte di carta forno, stendendolo ad un livello uniforme con il dorso del cucchiaio (aiutatevi bagnando il cucchiaio stesso con dell'acqua per procedere più agevolmente).
Per la farcitura
  1. Preparate la crema pasticcera: fate scaldare il latte; a parte sbattete i tuorli con l'amido di mais e lo zucchero, unite il latte caldo a filo, mescolate bene e rimettete tutto sul fuoco fino a che la crema non si addensa. Lasciate raffreddare in un recipiente ampio, coprendo con pellicola a contatto. Montate la panna e incorporatela alla crema di cui sopra.
Assemblaggio e cottura
  1. Spalmate la meringa sopra alla base di pan di spagna che avete preparato nelle tortiere e cospargete di mandorle a lamelle. Infornate a 150° per 35'-40' (vale comunque la prova stecchino). Una volta sfornate e raffreddate, sovrapponete le due torte e farcite con la crema chantilly: mettete una torta sul vassoio, chiudetele intorno l'anello di una delle due tortiere, spalmate la farcitura e coprite con l'altra torta. Lasciate riposare per almeno un'ora in frigo prima di togliere l'anello e servire.
Recipe Notes

Ricetta adattata da Scandikitchen - Dolci hygge di Bronte Aurell

Comments

  1. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    12 gennaio 2018

    Guarda a me, già dalla descrizione che ne hai fatto, mi avevi già convinta. Poi sono arrivata agli ingredienti, procedimento e foto … beh, sono assolutamente certa che sarà buonissima. Non so se la più buona del mondo ma … Un abbraccio grande e aspetto le altre ricette allora.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Insalata di tuberi e yogurt greco